Non categorizzato

Festival TUTTESTORIE 13 ottobre 2015

   Ancora una volta ... lettori ed autori si sono incontrati a Vallermosa e a Siliqua.  Gli alunni della  scuola secondaria di I grado hanno incontrato lo scrittore Davide Morosinotto presso i locali della Biblioteca Comunale. L'incontro con la lettura è stata esperienza graditissima anche per i bambini della scuola primaria! Buona lettura a tutti e ... al prossimo anno!!

 

incontri di preparazione al concorso 2016

Concorso docenti incontri di preparazione alla prova scritta

CISL SCUOLA  CAGLIARI

Allegati:
Scarica questo file (INCONTRI DI PREPARAZIONE.TXT)INCONTRI DI PREPARAZIONE.TXT[ ]0.9 kB

Collegio Docenti del 1 settembre

Si comunica che il Collegio Docenti avrà luogo il 1 settembre alle ore 9.30 nei locali della Scuola Secondaria di Via Fermi. Seguirà Circolare con ordine del giorno.

Inizio lezioni nuovo anno scolastico

Si comunica che le lezioni avranno inizio il giorno lunedì 12 settembre 2016 per le scuole primarie e secondarie di I grado; gli alunni della scuola dell'Infanzia entreranno il giorno martedì 13 settembre.

Verranno comunicati in seguito gli orari provvisori relativi alla prima settimana di lezione. Verranno altresì programmati incontri con le famiglie nel corso dei quali verranno fornite tutte le informazioni utili. Buon anno scolastico a tutti!

Il Dirigente Scolastico, Prof.ssa Silvia Minafra

ELEZIONI RAPPRESENTANTI DEI GENITORI

AVVISO

CORSO DI FORMAZIONE

Si comunica che, domani 25 ottobre 2016, gli Uffici resteranno chiusi in quanto il Personale è impegnato in attività di formazione.

Privacy: il Garante dice sì ai tabelloni con i voti

sono pubblici i risultati di tutti gli scrutini

Il Garante della privacy mette nero su bianco la scuola, in un vademecum di 14 pagine, tutte le regole per tutelare la privacy tra i banchi di scuola. Il fascicolo "La privacy tra i banchi di scuola",pubblicato dall'authority, riassume tutte le regole riguardanti il trattamento dei dati personali degli studenti, di cui riporta anche i riferimenti normativi.

Tra le indicazioni, ce ne è una di forte attualità, che riguarda la conclusione dell'anno scolastico: l'esposizione dei quadri finali degli esiti scolastici. Possono o non possono le scuole affiggere ai muri i famosi "tabelloni" con i risultati dello scrutinio finale, alunno per alunno e materia per materia?

La risposta è finalmente chiara: possono. Già il Regolamento sulla valutazione (DPR 122/2009) aveva definitivamente chiarito  che gli esiti finali degli esami di primo e di secondo ciclo sono da rendere pubblici, ma quelli degli scrutini delle classi intermedie? Il Regolamento tace, ma il Garante della privacy afferma che «non esiste alcun provvedimento del Garante che imponga di tenere segreti i voti dei compiti in classe e delle interrogazioni, gli esiti degli scrutini o degli esami di Stato, perché le informazioni sul rendimento scolastico sono soggette a un regime di trasparenza».

Dopo aver ricordato che attualmente la conoscibilità dei risultati degli esami di maturità è stabilita dal Ministero dell'istruzione, aggiunge che per il principio di trasparenza a garanzia di ciascuno, i voti degli scrutini e degli esami devono essere pubblicati nell'albo degli istituti, prestando, comunque attenzione a non fornire - anche indirettamente - informazioni sulle condizioni di salute degli studenti, o altri dati personali non pertinenti.

Ad esempio, il riferimento alle "prove differenziate" sostenute dagli studenti portatori di handicap non va inserito nei tabelloni affissi all'albo dell'istituto, ma deve essere indicato solamente nell'attestazione da rilasciare allo studente.

Si rammenta che l’albo della scuola, ai sensi del D.Lgs 33/2013 è stato sostituito dall.albo on line.

 

Modulo autocertificazione nuovi obblighi vaccinali

Il presente modulo va compilato debitamente in ogni sua parte e riconsegnato presso gli uffici di segreteria entro l'11 settembre 2017. Si invitano i sigg genitori a leggere la circolare n. 2 e la rettifica, la n. 3 pubblicata nell'apposita area del menù superiore. SCARICA IL MODULO AGGIORNATO

Precisazioni in materia di Prevenzione Vaccinale

Si fa presente ai sigg. genitori della Scuola dell'Infanzia quanto segue:

La Legge n. 119 del 31 luglio 2017, che ha convertito con modificazioni il D. L. n. 73 del 7 giugno 2017, non ha efficacia retrottiva e pertanto non comporta la decadenza dell’iscrizione alla scuola dell’Infanzia regolarmente acquisita. Gli alunni restano regolarmente iscritti.  Il Decreto Legge, art. 3, comma 3, prevede che la presentazione della documentazione richiesta (o autocertificazione) entro i termini (per la scuola dell’Infanzia 11 settembre 2017 come indicato nell’art. 5, comma 1) costituisce, a differenza degli altri ordini di scuola, requisito di accesso al servizio. Si raccomanda ai sigg. genitori di procedere all’autocertificazione nel più breve tempo possibile,  anche solo dichiarando di aver richiesto alla ASL competente la somministrazione dei vaccini obbligatori. L’ interpretazione e applicazione della normativa in questione è conforme alle precise indicazioni fornite dal Ministero della Salute e dell’Istruzione, Università e Ricerca. E’ altresì  doveroso informare tutti i sigg. genitori della Scuola dell’Infanzia che entro 10 giorni dalla scadenza dell’11 settembre scorso, come prevede l’art. 3, comma 2, del Decreto Legge, il Dirigente Scolastico dovrà segnalare alla ASL competente eventuali inadempimenti dell’obbligo vaccinale. Questo porterebbe al procedimento disposto dall’art. 1, comma 4.

Certificazioni Vaccinali - approfondimenti

Vaccini, scadenza del 10 marzo 2018: facciamo il punto della situazione

Il 10 marzo 2018 scadrà il termine entro il quale gli esercenti la responsabilità genitoriale sugli alunni dovranno presentare alle scuole la documentazione prevista dal D.L. 73/2017 (convertito dalla L. 119/2017) e proveniente dalla azienda sanitaria locale. Attraverso tale documentazione deve essere comprovato che i genitori abbiano presentato alla ASL la richiesta di effettuazione delle vaccinazioni, anche nel caso in cui la somministrazione dei vaccini sia stata programmata dalla azienda stessa successivamente alla data del 10 marzo.

Entro il 10 marzo 2018, pertanto devono consegnare copia del certificato vaccinale:

  1. gli esercenti la responsabilità genitoriale che abbiano già presentato alla scuola una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante la regolarità rispetto all’obbligo vaccinale;
  2. quelli che hanno prodotto una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante di aver fissato un appuntamento presso la ASL e hanno effettuato nel frattempo le vaccinazioni.

Se invece gli esercenti la responsabilità genitoriale hanno prodotto una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante di aver fissato un appuntamento per la somministrazione dei vaccini presso la ASL e hanno ricevuto prenotazione successiva al 10 marzo 2018, come detto, essi devono consegnare copia della prenotazione ASL alla scuola e, successivamente, in relazione alla data di prenotazione della somministrazione, copia del certificato vaccinale. Pertanto, in riferimento ai servizi educativi per l’infanzia e alle scuole dell’infanzia, solo i bambini i cui genitori dimostrino, con documentazione proveniente dalla ASL,  entro il 10 marzo di aver presentato alla ASL stessa richiesta di effettuazione della vaccinazione e che la somministrazione sia stata fissata dalla ASL in data successiva al 10 marzo, possono frequentare la scuola. Si sottolinea, infatti, che la presentazione di questa documentazione costituisce requisito di accesso ai servizi educativi per l’infanzia e alle scuole dell’infanzia. Qualora tale documentazione non venga presentata alla scuola, l'accesso al servizio educativo per la scuola dell'infanzia è negato. Il minore rimane iscritto e potrà avere nuovamente accesso ai servizi, successivamente alla presentazione della documentazione richiesta.

Informazioni aggiuntive